Angeli con la coda

La vita nei rifugi si sa, non è paragonabile a quella che può garantire una casa. Infatti la morte, purtroppo, è nostra compagna di viaggio.

Quando si presenta, non si è mai abbastanza preparati ed è sempre difficile accettare che un altro cuoricino sia stato portato via. Ciò che però fa andare avanti tutto è la qualità della vita che possiamo offrire ai pelosetti che ci hanno regalato la loro compagnia… Ciò che motiva è proprio questo: dare la possibilità di vivere con dignità, rispetto, cure, cibo e amore spassionato anche l’ultimo minuto che resta.

Ogni cuoricino ha la sua storia e l’impegno del Rifugio Tam Tam per Randagi è anche quello di arginare le brutte esperienze, gli abbandoni traumatici, contrastare le violenze e gli abusi, prestare soccorso agli incidentati, per migliorare il più possibile ogni situazione spiacevole… E sì, anche accompagnarli verso il termine del loro viaggio su questa terra.

Tutti i micioni hanno un posto riservato nel cuore di ogni volontario: in questa pagina trovate un po’ di quello che ognuno di noi porta con sé!

Milord

Un gatto dolcissimo, manca a tutti. Soprattutto alla sua amichetta Giselle, con la quale condivideva gran parte delle sue giornate, tutti i posticini caldi e comodi e le crocchette migliori. Sì, la sua morbidezza traspare anche dalle foto. Lo portiamo sempre con noi, con la sua bellezza, la sua eleganza e il suo essere un vero Milord!

Tea

Una delle gatte più anziane del rifugio, se n’è andata con dignità. La ricordiamo tutti con grande simpatia! Era una nonnina davvero arzilla nonostante l’età e la positività alla Felv. Al rifugio, insieme al suo ricordo sempre nitido, restano sua figlia Bambi e il nipotino Baby… in varie case giocano felici altri suoi nipoti!

Lilith

Un bel giorno Lilith era stata accolta per l’inverno nella casa di un cuore grande del rifugio… Per ricordarla meglio riportiamo le parole di chi le ha regalato, neanche sapendolo, i suoi ultimi 4 bellissimi mesi, tra coccole, allegria e spensieratezza.

“Era diventata la mascotte di casa. La chiamavamo Pupetta, era cieca coma una talpa, curiosa come una scimmia, le piaceva stare sul divano, davanti alla tv, e ascoltare l’orchestra sinfonica di Berlino. Era una gattina raffinata. Sgrufolava sempre nelle ciotole altrui e adorava i bastoncini puzzolenti per i gatti. Raffinata, sì, ma anche una gattina di mondo. Si è integrata subito in famiglia. Leo le aveva insegnato la lotta greco-romana, Milo la raffinata arte dell’agguato. Entrambi l’hanno accudita, abbracciata, leccata e circondata di amore fino alla fine. Aveva i superpoteri, Pupetta. Sparava raggi cosmici dagli occhi quando usavamo il fash.

Ci mancherai tanto.”

Teodorico – Per gli amici Teo

È arrivato al rifugio verso la fine di agosto 2020, perché i suoi umani non potevano più occuparsene. Quando l’abbiamo accolto era in pessime condizioni: il pelo lungo, classico del Maine Coon, era tutto arruffato, pieno di nodi e sporco. Sicuramente il povero Teo ne ha molto risentito e il suo musetto trasmetteva sofferenza e preoccupazione; era molto magro, pesava circa 2 kg e eravamo tutti preoccupati per lui.

Noemi gli ha subito dato da mangiare e da bere, l’ha fatto visitare dal veterinario che si è accorto che non era sterilizzato… spesso è un brutto segno per i felini di razza! 

Teo mangiava e cercava tante coccole da chiunque gli passasse accanto, gli mancava molto il contatto con i suoi umani. Valentina si è occupata di lavarlo e pettinarlo per bene e subito il suo aspetto è cambiato in meglio! Anche se aveva ancora parecchi nodi dolorosi da togliere.

Teo ha passato un mesetto al rifugio e abbiamo potuto conoscere il suo sguardo dolce e la sua voglia di essere amato di nuovo. Essendo un gatto di razza, anche abbastanza anziano, stare al rifugio era diventato insostenibile e Alice si è proposta di tenerlo in stallo a casa sua. Teo è stato molto contento di un gesto così importante e grazie alle attenzioni di Alice, ha preso peso, ha ritrovato la voglia di giocare ed è tornato ad essere uno splendido Maine Coon!

Noemi, per la sua sicurezza, l’ha fatto sterilizzare e Valentina ha eliminato tutti i nodi dallo bellissimo mantello. Abbiamo postato la sua foto un po’ in ogni dove, facendo girare la richiesta di adozione il più possibile e finalmente abbiamo trovato la famiglia giusta per lui. Come per tutte le adozioni, abbiamo a cuore la sicurezza e il benessere dei gatti che passano dal nostro rifugio e per Teo abbiamo selezionato una famiglia che rispecchiasse appieno tutte le sue esigenze. 

Il cuore grande che lo ha felicemente accolto è Angela e insieme a lei ha vissuto sei mesi molto belli, in serenità, tra coccole, attenzioni preziose e tanto amore!

Teodorico purtroppo se n’è andato a causa di una malattia incurabile… ma siamo sicuri che sapesse di avere un posto nel cuore di tutti noi.